Presentazione nuovo contratto metalmeccanico: più competitività per le imprese, più tutele per i lavoratori

Presentazione contratto metalmeccanico 27 settembre 2017 Presentazione

Mercoledì 27 settembre, ore 14.30, presso la Camera di Commercio di Lecco

Sanità, previdenza integrativa e flexible benefits. Queste le principali novità del contratto nazionale Unionmeccanica che verrà presentato mercoledì 27 settembre, alle 14.30, presso l’Auditorium della locale Camera di Commercio.

L’incontro, realizzato da Api Lecco in collaborazione con Unionmeccanica Confapi e l’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Lecco, illustrerà le novità del contratto che a livello nazionale interessa circa 360mila lavoratori per oltre 34mila Pmi.

Sottoscritto a Roma lo scorso 3 luglio da Confapi e dalle sigle sindacali Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, l’accordo “concilia gli interessi delle aziende e dei lavoratori. Rappresenta infatti uno strumento innovativo e di maggiore competitività per le imprese tutelando allo stesso tempo anche gli addetti. Tra le principali novità dell’accordo, di durata quadriennale, rientra infatti l’introduzione di maggiori benefits per i lavoratori in materia di formazione, previdenza integrativa, tutela sanitaria e sicurezza” ha dichiarato Sandro Bonaiti, Presidente di Unionmeccanica Lecco. Ad illustrare nel dettaglio il contratto e le sue potenzialità saranno Gian Piero Cozzo, Presidente dell’Ente Bilaterale Metalmeccanici, Mario Gagliardi, responsabile Area Relazioni Industriali di Api Lecco e il Direttore di Api, Mauro Gattinoni.

Anche Matteo Dell’Era, Presidente dell’Ordine Consulenti del Lavoro della Provincia di Lecco, ha ribadito come: “Il contratto rappresenta un importante e innovativo strumento per la gestione delle risorse umane. Investe infatti in termini di nuove logiche di collaborazione e di welfare aziendale per una migliore qualità del tempo trascorso sul luogo di lavoro ed una migliore efficienza nell’utilizzo del capitale umano”.

Durante il seminario non si parlerà solo del contratto nazionale Unionmeccanica ma anche dell’importante ruolo di rappresentanza svolto da Confapi in cui l’intesa va ad inserirsi.

Sono ben 83mila le imprese che applicano i contratti di categoria Confapi per un totale di 800mila addetti.

La Confederazione nazionale, che quest’anno festeggia settant’anni di attività, ha infatti costituito, insieme alle maggiori sigle sindacali e a Federmanager, un solido e ampio sistema di enti bilaterali che hanno come obiettivo quello di fornire servizi di welfare aziendale, sostegno al reddito, previdenza complementare, formazione, salute e sicurezza. Tra questi rientra il Fapi, Fondo Formazione Pmi. L’importanza della formazione gratuita per migliorare la competitività delle Pmi e offrire una garanzia occupazionale ai lavoratori verrà illustrata durante l’incontro dal Presidente del Fapi, Francesco Lippi.

Saranno inoltre presenti Delio Dalola, Presidente Fasdapi e Stefano Sgalambro di Fondapi per presentare i fondi pensionistici rivolti ai dirigenti e ai quadri superiori e lavoratori.

L’incontro è valido per i crediti formativi dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Per adesioni cliccare sul seguente link

(SG/sg)

Chiudi la finestra
Login
Inserisci nome utente e password per accedere alla pagina.

Inserisci la tua username o indirizzo email
Riceverai via email un link per reimpostare la password.